Fresh Marketing

Costruire una strategia social Instagram, da dove iniziare?

Costruire una strategia social Instagram

Un miliardo di utenti attivi al mese e 500 mila attivi ogni giorno.

Bastano questi numeri per decidere di prendere in considerazione Instagram nella costruzione di un’efficace strategia social? Instagram è effettivamente il social network che, dalla sua nascita nel 2010, ha pian piano avuto crescita esponenziale. Nato come app per scattare foto e applicare filtri, disponibile solo per iOS fino al 2012, ha avuto il boom di adesioni Android nutrendo la curiosità di Zuckerberg il quale, comprendendo le sue potenzialità, decise di acquistarlo trasformandolo in un social network veramente potente.

Instagram infatti si è modificato negli anni fino a diventare una piattaforma perfetta per le nuove strategie di social media marketing, dove gli elementi visivi ricoprono ruolo di engagement importante. Insieme alle particolari e molteplici funzionalità offerte dagli sviluppatori oggi si presenta come canale perfetto per il visual storytelling, elemento fondamentale per molti tipi di business o prodotti. 

Chi usa Instagram?

In questo panorama di 11 milioni di persone attive al giorno in Italia, come sono questi utenti? La risposta a questa domanda ci fornisce un’altra caratteristica di Instagram. Sì perchè possiamo definire Instagram come un canale social giovane e particolarmente immediato. Il motivo è dato anche dal suo pubblico, che avendo come soglia minima 13 teneri anni d’età, si aggira tra i 18 e i 30 anni. Possiamo quindi trovare una gran fetta dei cosiddetti Millennial, appassionati di tecnologia, arte, design, ed in generale di tutto ciò che fa tendenza.  Questo aiuta sicuramente a definire il comportamento di Instagram come informale, rispetto ad altri noti social come LinkedIn e Twitter, e rapido. Infatti con Instagram la condivisione del momento è uno degli elementi principali.

Solo per i giovani?

Il pubblico di Instagram non è solo fatto di giovani. I dati di agosto 2018 riportano che in Italia il 55% degli utilizzatori di Instagram va dai 30 anni agli over 56, parliamo quindi di circa 5,5 milioni persone, di questa fascia d’età, che ogni giorno utilizzano il social network. Questo ci permette di considerare il vantaggio di una strategia social Instagram per diversi target, e quindi anche diversi tipi di business.

Instagram può aiutare in termini di notorietà e di vendite, oltre che a monitorare la reputazione del marchio sul web. I contenuti visuali hanno notevole impatto sugli utenti, delle diverse età, e possono avere un ruolo preponderante nelle decisioni di acquisto. Scattare, riprendere e pubblicare fotografie, video, storie di qualità su Instagram, ti permetterà di coinvolgere l’utente e incoraggiarlo all’acquisto contribuendo a rafforzare il tuo brand e la tua azienda.

Stai pensando di aprire un profilo Instagram? Vuoi un confronto sulla tua strategia social? Richiedi una consulenza telefonica gratuita.

È importante definire gli obiettivi

La decisione di costruire una strategia social Instagram richiede obiettivi ben precisi. Potresti decidere di utilizzare Instagram per migliorare la conoscenza del tuo brand, brand awareness, viceversa potresti finalizzare la tua presenza social ad incrementare le vendite e fidelizzare il cliente acquisito. Le riflessioni che conducono alla decisione sulla tipologia di campagna da realizzare su Instagram sono diverse e per questo assicurati di dedicare il giusto tempo alla valutazione.

La strategia deve avere ben preciso il target, sarà importante prima di tutto definire la tua buyer persona. Una volta che conosci il tuo follower ideale saprai anche quali contenuti dedicargli e come farlo.

Ricorda inoltre che ogni business ha i suoi competitor e l’investimento necessario per conquistare nuovi clienti è sempre consistente, per questo motivo non dimenticarti l’importanza della differenziazione. La strategia social di marketing deve sicuramente avere un’analisi approfondita dei profili aziendali dei competitor sulla quale fare le proprie scelte e grazie alla quale definire i passi da seguire. Solo così potrai sapere da cosa differenziarti e come poter personalizzare la tua strategia.

Ricorda di stabilire un budget per Instagram

Creare il profilo aziendale su Instagram è gratuito, tuttavia è opportuno fare alcune considerazioni prima di iniziare a studiare una strategia social. La realizzazione di contenuti visuali, di qualità, non è un’attività che può svolgere chiunque. L’integrazione di Instagram nella comunicazione social può comportare costi e perdita di tempo, se le pubblicazioni non hanno la diffusione e la visibilità necessaria tra gli utenti. Le domande da porsi, allo scopo di determinare il budget, sono innanzitutto sull’organizzazione dell’attività correlata al social network e sui costi da sostenere, per una strategia potenzialmente vincente.

La realizzazione dei contenuti e la gestione del social può essere affidata a una risorsa interna con le adeguate competenze oppure a una risorsa esterna, una collaborazione con fotografi professionisti o registi. Ed ancora, ogni strategia ha il suo focus, infatti nel caso in cui vorrai collaborare con gli Influencer per  migliorare la tua attività sui social dovrai tener presente anche questo costo.

Mi raccomando, l’approccio comunicativo per fidelizzare gli utenti deve essere a lungo termine e con una linea editoriale ben precisa. Riserva un investimento regolare nelle risorse incaricate dell’attività.

Come ottimizzare la strategia social media

In una strategia di marketing si può definire Instagram complementare agli altri social network come Facebook, ed il suo miliardo e più di utenti attivi, e Twitter, rapido per la diffusione d’informazioni.

Allo stesso tempo è anche un social network unico, sai perché? Innanzitutto Instagram è, a differenza degli altri social, quasi completamente mobile, e dico quasi perchè con un trucchetto di qua e di la, accedervi da pc e caricare le foto è ormai possibile. Certo però non ti sarà mai possibile programmare un post. Inoltre Instagram è privo di link, per questo diversamente dagli altri non ti sarà permesso aggiungere link ai post.

Eccoci alla nostra strategia, iniziamo col creare il profilo Instagram Business, che permetterà ai followers di chiamarti o inviarti email mediante un semplice tap. Per completare efficacemente il tuo profilo Business sarà necessario completare la biografia, dove potrai inserire le informazioni dell’azienda e del brand. Lo spazio è breve quindi ti converrà scegliere qualcosa di rappresentativo della storia, dei valori e della tua offerta; un’idea potrebbe essere inserire il claim-payoff o, come fanno aziende di grandi dimensioni, scegliere di creare un tuo hashtag e inserirlo nella presentazione. Inoltre, a proposito di link, in questo spazio ti sarà permesso di inserire un link, quello che molte aziende usano per rimandare alla loro homepage ma che può essere anche usato per guidare traffico verso una landing page o un contenuto particolare.

Quali contenuti scegliere?

I contenuti visuali sono il cuore di Instagram, consentono di arricchire l’immagine promozionale aziendale e di rendere incisiva la strategia social. Se ora però ti stai chiedendo di cosa dovrebbero parlare i contenuti, la risposta è sempre in linea con la strategia: il tuo messaggio. Alcune aziende si focalizzano sul loro prodotto e altre invece sulla loro cultura. Puoi scegliere tu a cosa dedicarti, ma è sempre meglio creare una visione di insieme sul messaggio che vuoi veicolare e gli argomenti che vuoi trattare valutati in base alla tua mission e i tuoi valori. Ricorda che è sempre importante la coerenza con l’immagine fornita attraverso il marchio aziendale.

La condivisione di foto e video ha l’obiettivo su Instagram di costruire una comunità di utenti, spesso riuniti da un particolare hashtag che potrà poi essere utilizzato per le campagne. La scelta degli hashtag impiegala con parsimonia, è da stabilire in base a un tema inerente la campagna promozionale.

Gli hashtag sono estremamente importanti, come gli emoji; essi sono molto più di una moda utilizzata dai Millennials, questi forniscono un meccanismo per gli utenti di navigare rapidamente lungo degli argomenti di interesse, raggruppando i messaggi pubblicati con collegamenti ipertestuali.

I contenuti visuali di Instagram possono essere condivisi anche sugli altri social network in modo da avere maggiore visibilità e acquisire utenti ma non dimenticarti che è necessario dedicare ai diversi canali i rispettivi contenuti. Per esempio Facebook è perfetto per la promozione di eventi, mentre i video e le foto sono da rendere, non esclusivi ma di prima importanza, per Instagram. Gli utenti così possono continuare a seguire i contenuti relativi al tuo brand, anche separatamente, sui vari social network.

Con quali tempistiche?

La presenza sui social deve essere quotidiana e questo riguarda tutta la tua strategia social. Per quanto riguarda Instagram in particolare, uno studio di Union Metrics ci regala un dato, ovvero che la maggior parte dei brand posta con una media di 1,5 post al giorno. D’altronde bisogna sempre ricordare una cosa, ogni strategia che avvenga sui social network richiede tempistiche veloci e attività sostenute.

Un altro parametro che dovrai tenere a mente quando pianificherai la programmazione dei post sarà l’orario di pubblicazione. Le ricerche parlano di orari e giorni migliori di altri per raccontare i tuoi contenuti al pubblico, per esempio Coschedule ci fornisce qualche dato: i giorni della settimana, senza contare la domenica, sono perfetti per creare interazioni, e soprattutto la mattina presto (tra le 8 e le 9), il pomeriggio intorno alle 17.00 e per finire le 2 di notte.

Queste sono sicuramente indicazioni da prendere in considerazione nella propria strategia, ma ogni proposta riscontra successi diversi basandosi sul proprio target.

Ecco un piccolo quadro sulle opportunità di integrare Instagram nella tua strategia social, uno strumento di comunicazione eccellente per far sì che il tuo brand ed i tuoi prodotti possano acquisire valore grazie ai contenuti visuali. Una cosa però è certa, Instagram da solo non basta, ricorda che una strategia di marketing sui social media vede i diversi canali utilizzati contemporaneamente e in maniera complementare.

Alessandra Nazzari

Alessandra Nazzari

Amo viaggiare e ballare. Mi piace parlare lingue diverse e sono estremamente disordinata, ma con la mania per l'organizzazione. Dopo la laurea in lingue ed economia, i mille lavori, lavoretti e lavorucci e qualche viaggio sono tornata alla base, Milano. Oggi mi dedico al digital marketing e a tutte quelle sue sfumature che ne fanno un viaggio senza confini.